Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.  ACCETTO

Un diario da leggere, guardare e ascoltare in tempo reale attraverso post, video e fotografie che raccontano una Corsica mai vista: un viaggio tra immagini e parole che descrivono scorci incontaminati e selvaggi, illustrano borghi caratteristici e scogliere mozzafiato, fino a svelare i segreti di spiagge candide e mari cristallini.

press-goup.it | The Digital Press Office
tourismexpertise.com - Integrated communications services in tourism market


  

Ma dove vai se il Brocciu di capra non ce l’hai!




Non puoi venire in Corsica e non assaggiare il Brocciu. Un po' perché è da pazzi non farlo, ma soprattutto perché sarebbe un'impresa difficilissima! Il Brocciu è praticamente ovunque: antipasti, zuppe, verdure ripiene, omelette alla menta, frittelle dolci, ricette di pesce e altro ancora. Ma non per questo i piatti ne perdono in originalità, anzi. 

Un tempo questo formaggio era il cibo dei poveri ma oggi (complice il riconoscimento di denominazione di origine controllata - AOC: appellation d'origine contrôlée) riscuote grande successo. 

Come primo assaggio (… perché mi ha garantito che ne seguiranno altri!) Tommaso mi ha portato nella bottega di Constantine. Occorre un po' di attenzione per trovarla, partendo da Bastia saliamo per le D81 diretti a Saint-Florent, appena prima del Col de Teghime (ingoiati da una nuvola densa che ha trasformato i suoi 536 metri in un'esperienza mistica) un cartello minuscolo scritto a mano indica che in fondo alle scale laterali di un vecchio edificio in pietra, si può comprare il Brocciu, formaggio di capra tipico corso.

Sarà per questa nuvola che rende tutto irreale, o per l'odore assieme dolce e pungente del formaggio, ma entrare nella stanzetta dove Constantine è al lavoro ci proietta in un'altra dimensione, vecchio stile, più genuina (… come era e in alcune zona ancora è la vera Corsica!) senza smartphone o ipermercati.

Il latticello di capra viene addizionato a circa un quinto di latte intero di vacca. Il composto va poi scaldato, salato e mescolato. Le particelle che risalgono in superficie vengono raccolte con una schiumaiola e adagiate le une sulle altre in una fiscella (un recipiente simile a quello in cui troviamo di solito la ricotta), una volta scolate e stagionate, quelle particelle diventano il prezioso formaggio!

Sotto il nostro sguardo curioso e invisibile, Constantine continua indisturbata a massaggiare pazientemente le forme con del sale fino, riponendole con cura una ad una su delle griglie impilate accanto alla parete buia. Che profumo!

L'unico spazietto libero sulla moto è nella valigia dei vestiti puliti, vorrà dire che stasera mangeremo un ottimo formaggio e io potrò scordarmi di mettere una maglietta che non sappia di piedi e di muffa per il resto della vacanza… ma sicuramente ne sarà valsa la pena!


martedì 05 maggio 2015 | FOOD & WINE
brocciu
capra
formaggi
prodottotipico
Bastia






RAGGIUNGI LA CORSICA CON
VIVI LA TUA CORSICA
Scegli lo stile della tua vacanza
VISITA LE LOCALITÀ CORSE
LEGGI GLI ULTIMI POST
POWERED BY