Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.  ACCETTO

Un diario da leggere, guardare e ascoltare in tempo reale attraverso post, video e fotografie che raccontano una Corsica mai vista: un viaggio tra immagini e parole che descrivono scorci incontaminati e selvaggi, illustrano borghi caratteristici e scogliere mozzafiato, fino a svelare i segreti di spiagge candide e mari cristallini.

press-goup.it | The Digital Press Office
tourismexpertise.com - Integrated communications services in tourism market


  

Sartène ci accoglie con una bella piazza e vicoli angusti caratteristici




Sartène ha lo stesso vantaggio di Propriano, la posizione ideale per visitare con calma il sud della Corsica: dall'alta rocca al Valinco, facendo un salto a Tizzano. È più affascinante e ha prezzi sicuramente più bassi. Certo, non è sul mare, ma questo deciderete voi se è un problema.

Arriviamo nella piazza centrale, che ha l'accesso diretto alla strada, quando stanno chiudendo i banchi del mercato. Parcheggiamo le moto proprio lì e iniziamo a perderci nei vicoli lastricati, strettissimi, che convergono verso la piazza come fili di una ragnatela. 

Passaggi a volta, alte case scure che sembrano guardarti con severità, scalinate strettissime che si perdono in angoli bui, questa atmosfera da film di cavalieri e principesse stride un po' con tutti i negozietti per turisti che si affacciano sulla via principale del centro storico. Ma d'altronde questi posti vivono di turismo, bisogna farsene una ragione. E poi, alcuni dei prodotti venduti non sono poi così male, noi acquistiamo delle scatoline di metallo dipinte a mano con dei biscotti a "U Maggiu" e siamo pronti per ripartire.

Ah, un consiglio: se potete, cercate di capitare a Sartène la sera del venerdì santo, quando si tiene la processione del Catenacciu. È una tradizione religiosa molto antica: il penitente percorre a piedi nudi le vie del centro, incatenato, incappucciato e con una pesante croce di legno sulla schiena. Lo seguono altri personaggi. Non si deve sapere chi sia il penitente, e a volte c'è chi attende anni prima di poter rivestire quel ruolo lo per espiare un qualche peccato.

Sartène

  • Sartène 2Sartène 2
  • Sartène 1Sartène 1
  • Sartène 3Sartène 3
domenica 10 maggio 2015 | VACANZA
Piazza
Vicoli
Turismo
Scalinate






RAGGIUNGI LA CORSICA CON
VIVI LA TUA CORSICA
Scegli lo stile della tua vacanza
VISITA LE LOCALITÀ CORSE
LEGGI GLI ULTIMI POST
POWERED BY