Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.  ACCETTO

Un diario da leggere, guardare e ascoltare in tempo reale attraverso post, video e fotografie che raccontano una Corsica mai vista: un viaggio tra immagini e parole che descrivono scorci incontaminati e selvaggi, illustrano borghi caratteristici e scogliere mozzafiato, fino a svelare i segreti di spiagge candide e mari cristallini.

press-goup.it | The Digital Press Office
tourismexpertise.com - Integrated communications services in tourism market


  

La leggenda del leone di Roccapina




Lo scorgo da lontano, mentre guido sulla N196 verso Bonifacio e non posso fare a meno di fermarmi per un saluto al Leone di Roccapina, come si fa con i vecchi amici. La nostra conoscenza risale a qualche anno fa, a una crociera inbarca a vela in Corsica terminata proprio nella stupenda baia di Roccapina con la promessa di ritornare.

Eccomi qua, tornata inCorsica dopo tanto tempo, mentre lui non si muove da millenni, accovacciato in cima al promontorio con la criniera al vento.
Ed è proprio il vento di mistral che ha scolpito il monumentale leone di granito rosa. A meno che non vogliate credere alla leggenda secondo la quale Leone di Roccapinaera il soprannome che i saraceni avevano dato a un uomo coraggioso che qui viveva senza lasciarsi intimorire dalle loro scorrerie.

Fino a quando non si innamorò di una bellissima fanciulla e, non potendola sposare, invocò la morte che lo pietrificò all'istante nella forma di un maestoso leone che veglia sui naviganti e (anche) sui bagnanti di una delle spiagge più belle della Corsica meridionale.


Scritto da Maria Grazia Casella
martedì 11 luglio 2017 | TERRITORIO







RAGGIUNGI LA CORSICA CON
VIVI LA TUA CORSICA
Scegli lo stile della tua vacanza
VISITA LE LOCALITÀ CORSE
LEGGI GLI ULTIMI POST
POWERED BY