Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.  ACCETTO

Un diario da leggere, guardare e ascoltare in tempo reale attraverso post, video e fotografie che raccontano una Corsica mai vista: un viaggio tra immagini e parole che descrivono scorci incontaminati e selvaggi, illustrano borghi caratteristici e scogliere mozzafiato, fino a svelare i segreti di spiagge candide e mari cristallini.

press-goup.it | The Digital Press Office
tourismexpertise.com - Integrated communications services in tourism market


  

GR20: tutto quello che devi sapere




Solitamente un viaggio in Corsica viene associato ad una vacanza al mare, con le sue acque cristalline e le splendide spiagge. 

Ma è nell'entroterra che si scopre la Corsica nascosta: una volta lasciate le spiagge, ci si addentra infatti in un ambiente quasi alpino, dove la vegetazione e il microclima cambiano rapidamente. Era questa la Corsica che volevamo scoprire: selvaggia, fatta di montagna, roccia, rifugi e trekking. Per questo abbiamo deciso di percorrere il GR20, uno dei Grande Randonnée, che in francese significa “trekking a lunga percorrenza”. 

Il GR20 è un sentiero di trekking che attraversa tutte le montagne della Corsica da Nord-Ovest a Sud-Est. Percorribile in circa 2 settimane, viene considerato come uno dei trekking più belli d'Europa: tra sentieri rocciosi, laghi, creste, torri di roccia e panorami con la vista che spazia fino al mare. La Corsica è un'isola prevalentemente montuosa, le cui cime arrivano a toccare i 2.700 metri e si trovano all'interno del Parco Naturale Regionale della Corsica. Lo spartiacque del parco è proprio il sentiero del GR20, che si snoda per 200 km di continue salite e discese per un dislivello complessivo di circa 12.700 metri in salita. Oltre ad essere incluso tra i percorsi più belli del nostro continente, viene anche considerato come il trekking più difficile d'Europa. 

Questo perché il sentiero presenta spesso dei tratti rocciosi dove per proseguire bisogna letteralmente arrampicarsi e aggrapparsi alle rocce per proseguire, sforzando continuamente braccia e ginocchia, oltre che le gambe. Nonostante i dubbi iniziali sulla difficoltà di questo trekking, abbiamo alla fine portato a termine il nostro GR20 in 11 giorni. Undici giorni fatti di tante piccole cose che resteranno nella nostra testa: le sveglie alle 4 di notte per camminare presto al mattino ed evitare i temporali del pomeriggio, il montaggio e smontaggio quotidiano della tenda, le cacahuètes mangiate a qualunque ora del giorno, le colazioni sotto alle stelle, i maiali incontrati sul cammino insieme a capre, mucche e cavalli selvaggi. E poi ancora le docce gelate, i panini giganti e le zuppe di lenticchie a cena nei rifugi, le piscine naturali nei torrenti e infine tutte le persone che abbiamo incontrato: provenienti da paesi diversi e tutte con la stessa passione e voglia di affrontare un viaggio del genere, semplicemente camminando. Un po’ alla scoperta, un po’ al limite, un po’ selvaggia e tanto a contatto con la natura. Un GR20 e una Corsica che non ci aspettavamo, sopra ogni aspettativa.

GR20

  • Vista sul mare della costa Ovest, dal Refuge de Ciottolu di I MoriVista sul mare della costa Ovest, dal Refuge de Ciottolu di I Mori
  • Sentiero in cresta nei pressi di Bocca a Soglia (2.052 metri)Sentiero in cresta nei pressi di Bocca a Soglia (2.052 metri)
  • Lac du CintoLac du Cinto
Alberto e Valentina
giovedì 12 settembre 2019 | SPORT
gr20
arrampicata
sport






RAGGIUNGI LA CORSICA CON
VIVI LA TUA CORSICA
Scegli lo stile della tua vacanza
VISITA LE LOCALITÀ CORSE
LEGGI GLI ULTIMI POST
POWERED BY