Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.  ACCETTO

Un diario da leggere, guardare e ascoltare in tempo reale attraverso post, video e fotografie che raccontano una Corsica mai vista: un viaggio tra immagini e parole che descrivono scorci incontaminati e selvaggi, illustrano borghi caratteristici e scogliere mozzafiato, fino a svelare i segreti di spiagge candide e mari cristallini.

press-goup.it | The Digital Press Office
tourismexpertise.com - Integrated communications services in tourism market


  

Nella mia settimana di Pasqua in Corsica ho imparato che...




Questo è il mio ultimo post con il quale, mentre mi asciugo le lacrime, vi porgo i miei saluti e ringraziamenti per la splendida accoglienza di questi giorni su questo blog.
Il mio viaggio è iniziato il primo di Aprile e avrei giurato fosse uno scherzo: compiere il periplo della Corsica in sella a una splendida motocicletta, troppo bello per essere vero.
Invece era tutto vero!
Mi sono dato un pizzicotto, ho caricato la borsa sulla moto e sono partito.
Le condizioni metereologiche erano favorevoli, ma la settimana di Pasqua, la prima di Aprile, sarebbe stata il periodo giusto per affrontare un viaggio in moto? I dubbi erano leciti. Un po' la fortuna, un po' il clima dolce della Corsica mi hanno aiutato e in tutta la settimana l'unico giorno in cui ho dovuto fare seriamente i conti con un calo della temperatura considerevole e i capricci del maltempo è stata proprio la domenica di Pasqua. Capricci divini? A questo possiamo aggiungere che ho commesso l'ingenuità di scegliere proprio quel giorno per ritrovarmi sul Col de Vergio, il passo più alto di tutta la Corsica. E infatti nevicava... Ben mi sta!
Questo è stato un prezioso insegnamento a non sottovalutare le altitudini e le diversità della Corsica, oltre che un'ulteriore prova per me stesso. Viaggiare da solo insegna molte cose: ti fa entrare maggiormente nei luoghi che attraversi e ti insegna ad essere umile, specie quando sei in un'altra terra e potresti aver bisogno degli altri. Nel caso dei corsi, ho capito subito che non avrei avuto nulla da temere in quanto la loro ospitalità è indiscutibile e potevo perciò viaggiare serenamente, avrei sempre trovato una mano in caso di bisogno.
Sono stato bene in questo viaggio e spero lo siate stati anche voi seguendomi qui su Corsica Vivila Adesso. Che cosa ho imparato in questi giorni?
Ho imparato che in Corsica trovi, nel raggio di pochi chilometri, tutto il Vecchio Continente talmente il suo paesaggio è vario e soprendente.
Ho imparato che le curve a sinistra aprono e che quelle a destra chiudono, ma non è sempre così, quindi... occhio!
Ho imparato che sulla costa occidentale coprire 100km ci può volere quasi un giorno intero, non perché la strada sia pessima, ma perché è meravigliosa e ogni dieci metri ti trovi fermo con gli occhi spalancati a guardarti attorno oppure hai preso dieci strade diverse solo per vedere in quale paradiso ti portavano.
Ho imparato che la Corsica è talmente facile da girare che ti non serve neppure la cartina, basta l'intuito. Al massimo chiedi, è un ottimo modo per fare conoscenza.
Ho imparato perciò a chiedere i tempi di percorrenza e non i chilometri ;)
Ho imparato che, una volta parcheggiata la moto, il tramonto è ancora più dolce con una birra alla castagna.

Non so ancora quando tornerò in Corsica, ma sono certo che lo farò. Anche perché ho visto quella casetta in un paesino a pochi metri dal mare che...

Scritto da Nicola Andreetto
lunedì 13 aprile 2015 | VACANZA







RAGGIUNGI LA CORSICA CON
VIVI LA TUA CORSICA
Scegli lo stile della tua vacanza
VISITA LE LOCALITÀ CORSE
LEGGI GLI ULTIMI POST
POWERED BY