Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.  ACCETTO

Un diario da leggere, guardare e ascoltare in tempo reale attraverso post, video e fotografie che raccontano una Corsica mai vista: un viaggio tra immagini e parole che descrivono scorci incontaminati e selvaggi, illustrano borghi caratteristici e scogliere mozzafiato, fino a svelare i segreti di spiagge candide e mari cristallini.

press-goup.it | The Digital Press Office
tourismexpertise.com - Integrated communications services in tourism market


  

Viaggiare in sicurezza lungo le strade della Corsica




Da questo viaggio abbiamo capito due cose: primo, la Corsica è meravigliosa. Secondo, le strade della Corsica sono il sogno di qualsiasi motociclista.

Parliamo di strade quindi, in parte lo abbiamo già fatto. Ce ne sono di strette e tortuose, di leggermente più ampie con curve aperte e paraboliche da sorriso fino alle orecchie, di tipicamente corse con asfalto rovinato che si infila tra le rocce di granito e nessun guard-rail a proteggerci dagli strapiombi.

Su tutte bisogna sempre tenere a mente che quest'isola è prevalentemente selvaggia, con una densità di popolazione molto bassa, circa 35 abitanti per km quadro, quindi gli animali sono abituati a circolare liberamente.

In questi giorni abbiamo incontrato di tutto, mucche (soprattutto) intente a ruminare tranquillamente proprio in mezzo alla strada, che restavano lì a guardarci senza spostarsi di un millimetro mentre passavamo (con attenzione) a pochi centimetri dalla loro coda, maiali piccoli e neri che scappavano in tutte le direzioni (compresa quella dalla quale stavamo arrivando!) appena sentivano il rumore dei motori e, ovviamente, capre. Tante capre, sui muretti di fianco la carreggiata, sulle rocce poco sopra di noi e anche sull'asfalto, in gruppo, che non facevano un plissé mentre cercavamo di farci strada nel loro gregge. Di pastori intorni neanche l'ombra.

Insomma, il discorso è sempre lo stesso, siamo ospiti qui, non possiamo pretendere che i ritmi dell'isola si adattino al nostro arrivo, siamo noi che dobbiamo imparare a conoscerla e a prendere le misure con le sue abitudini, animali sparsi compresi.


Occhio quindi, soprattutto in curva, se non vedete bene cosa c'è dietro lasciate stare le velleità da piega e affrontatele sempre con cautela. Buon viaggio!
Scritto da Tommaso e Leonardo
mercoledì 13 maggio 2015 | TERRITORIO







RAGGIUNGI LA CORSICA CON
VIVI LA TUA CORSICA
Scegli lo stile della tua vacanza
VISITA LE LOCALITÀ CORSE
LEGGI GLI ULTIMI POST
POWERED BY