Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.  ACCETTO

Un diario da leggere, guardare e ascoltare in tempo reale attraverso post, video e fotografie che raccontano una Corsica mai vista: un viaggio tra immagini e parole che descrivono scorci incontaminati e selvaggi, illustrano borghi caratteristici e scogliere mozzafiato, fino a svelare i segreti di spiagge candide e mari cristallini.

press-goup.it | The Digital Press Office
tourismexpertise.com - Integrated communications services in tourism market


  

La Vallée du Fango: un angolo nascosto e incantato della Corsica




Ok, lo ammetto, mi sto innamorando di quest’isola. E’ solamente il secondo giorno che sono qui, ma la Corsica mi sta davvero affascinando. La sua capacità di cambiare in un battito di ciglia, e di mostrare le sue mille sfaccettature è davvero unica. Nell’arco di una giornata mi ha fatto vedere la bianca spiaggia, la città vecchia e lo straordinario mercato di Ile Rousse; mi ha mostrato due dei suoi più pittoreschi paesini della costa nord, Sant’Antonino e Pigna, e poi ha svelato il suo asso nella manica, facendomi conoscere La Vallée du Fango.
La Vallée du Fango, a discapito del nome, che lascia immaginare un posto paludoso e fangoso, è invece un rigoglioso angolo dell’isola che fa parte della Biosfera dell’Unesco,  e che prende il nome da fiume che vi scorre, il Fango appunto.
Siamo nella parte nord Ovest dell’entroterra corso, in prossimità del Golfo di Galéria, a sud di Calvi e molto molto vicini alla meravigliosa riserva di Scandola. Solo il viaggio per arrivare in questo angolo incantato vale la pena di essere fatto perché bisogna percorrere chilometri di strada di montagna immersi nel verde più assoluto, uno scenario mozzafiato. Ma il meglio arriverà quando raggiungerete la cittadina di Fango, e proseguendo poi verso Manso, raggiungere i canyon naturali della Valle del Fango.
Vi assicuro che rimarrete a bocca aperta.
Rocce lisce e levigate che contengono il corso d’acqua del fiume, fatto di ciottoli sul fondo e di un’acqua dal colore intenso ma trasparentissimo.
E’ difficile spiegarne a parole la meraviglia, e forse guardando le foto qui sotto mi darete ragione, ma posso assicurarvi che davanti a questo spettacolo capirete quanta perfezione sia capace di creare la natura. Io ho avuto la sensazione di trovarmi nella scena di un film.
Le montagne tutte intorno, le diverse tonalità di verde che risaltavano agli occhi, le rocce levigate e così perfette da sembrare scolpite, l’acqua trasparentissima e i riflessi dorati del sole sul letto del fiume: la perfetta scena di un film. Ma fortunatamente era tutto vero.
A collegare da una parte all’altra le sponde c’è un ponte ad arco perfetto che consente di attraversare il fiume dando la possibilità di scegliere da che parte scendere. Potrete costeggiare il fiume per qualche chilometro e scegliere di scendere nel punto che preferite, sempre con cautela, proprio perché per scendere a riva bisogna camminare sulle rocce. Ed eccoci sulla sponda del fiume. E’ qui che arriva il momento più bello, quello in cui scegliere con cura l’angolino dove posizionare l’asciugamano, togliere il copricostume e buttarsi in acqua per godersi uno dei bagni più indimenticabili della vita.

Valle del Fango

  • Valle del FangoValle del Fango
  • Valle del FangoValle del Fango
  • Valle del FangoValle del Fango
  • Valle del FangoValle del Fango
  • Valle del FangoValle del Fango
Scritto da Roberta Castrichella
giovedì 21 giugno 2018 | TERRITORIO







RAGGIUNGI LA CORSICA CON
VIVI LA TUA CORSICA
Scegli lo stile della tua vacanza
VISITA LE LOCALITÀ CORSE
LEGGI GLI ULTIMI POST
POWERED BY