Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.  ACCETTO

Un diario da leggere, guardare e ascoltare in tempo reale attraverso post, video e fotografie che raccontano una Corsica mai vista: un viaggio tra immagini e parole che descrivono scorci incontaminati e selvaggi, illustrano borghi caratteristici e scogliere mozzafiato, fino a svelare i segreti di spiagge candide e mari cristallini.

press-goup.it | The Digital Press Office
tourismexpertise.com - Integrated communications services in tourism market


  

Le spiagge dell'isola di Lavezzi




L'isola di Lavezzi, a quattro chilometri dal porto di Bonifacio, è raggiungibile via barca con escursioni che partono la mattina e portano all’isola dove si può restare fino a sera, visto che di norma l’ultima barca che lascia l’isola parte alle 18:30, in modo da poter essere di ritorno a Bonifacio perfettamente in tempo per la cena o per gustarvi il tramonto.
 
L’isola è un piccolo gioiello costellato di spiagge, in alcuni casi un po' battute dal vento. La più vicina al punto di sbarco la si nota già durante l’ormeggio, un centinaio di metri sulla sinistra del piccolo molo in cui approda la barca. Sembra piuttosto bella ma sono gli stessi marinai che mi hanno portato fin qua a consigliarmi le altre e ammetto di averla visto solo da lontano.
 
Mi unisco quindi al grosso dei villeggianti che prende il sentiero che sembra portare verso il centro dell’isola ma che poi finisce per costeggiarla in senso antiorario. Alcuni decidono di fermarsi appena trovano una piccola spiaggia di loro piacimento, io proseguo e giungo fino a Cala della Chiesa, acqua trasparente, ma la lingua di sabbia, strettissima, è spesso interrotta dai grandi sassi di granito tipici dell’isola, a parte una piccola mezzaluna iniziale.

 
Proseguo per la successiva spiaggia di Achiarina, una mezza luna di sabbia altrettanto stretta (in alcuni tratti sarà un paio di metri) ma decisamente più ampia che da su una piccolo baia circondata da giganteschi e scenografici massi. Per alcuni è la più bella dell’isola, anche per me, e mi è parsa la più riparata.
 
Sempre proseguendo in senso antiorario c’è Cala di Greco, sabbia ma con una baia meno bella di altre, e poi quella che i marinai indicano come più la bella, Cala Lazzarina. Sicuramente la più lunga e la più profonda, direi una decina di metri nel punto più largo, ha un enorme masso a pochi metri dalla riva che funge da trampolino naturale e la sua baia è popolata da diverse barche che qui amano gettare l'ancora.
 
Non si vede immediatamente ma dietro al piccolo promontorio roccioso a sinistra di Cala Lazzarina si nasconde un’altra spiaggia, dalle caratteristiche simili, solo un po’ più corta: Cala di Ghiuncu. È raro trovare una tale scelta di spiagge in un così poco spazio. E non è tutto: se continuare a leggermi scoprirete che all'isola di Lavezzi non ci sono solo spiagge...

Spiagge di Lavezzi

  • Una caletta senza nomeUna caletta senza nome
  • Cala LazzarinaCala Lazzarina
  • Cala di GrecoCala di Greco
  • L'acqua cristallina di Cala LazzarinaL'acqua cristallina di Cala Lazzarina
  • Cala della ChiesaCala della Chiesa
  • Cala AchiarinaCala Achiarina
Scritto da Roberto Cornacchia
lunedì 22 giugno 2015 | VACANZA







RAGGIUNGI LA CORSICA CON
VIVI LA TUA CORSICA
Scegli lo stile della tua vacanza
VISITA LE LOCALITÀ CORSE
LEGGI GLI ULTIMI POST
POWERED BY