Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.  ACCETTO

Un diario da leggere, guardare e ascoltare in tempo reale attraverso post, video e fotografie che raccontano una Corsica mai vista: un viaggio tra immagini e parole che descrivono scorci incontaminati e selvaggi, illustrano borghi caratteristici e scogliere mozzafiato, fino a svelare i segreti di spiagge candide e mari cristallini.

press-goup.it | The Digital Press Office
tourismexpertise.com - Integrated communications services in tourism market


  

In Corsica in mezz'ora cambia tutto




Dopo un giro nelle spiagge dei dintorni di Porto Vecchio il mio itinerario prevede che viri decisamente verso l’interno, in cerca delle guglie di Bavella.
 
A una delle tante rotonde che interrompono i rettilinei esterni a Porto Vecchio, seguo le indicazioni per L’Ospedale, paese che raggiungo dopo meno di venti chilometri. In meno di mezz’ora, è cambiato tutto: una strada tutta curve (ma questa, in Corsica, non è certo una peculiarità delle sole strade di montagna) che taglia dei boschi di conifere, mi ha portato in questo villaggio della zona montuosa detta dell’Alta Rocca, alla ragguardevole altezza di 850 metri sul livello del mare.
 
Difatti, scendendo ad ammirare l’ampissima veduta della costa da un belvedere, mi vengono dei brividi, anche perché sono ancora vestito da spiaggia. Nel giro di meno di mezz’ora sono passato dai 32° gradi della costa a 22°. Qualche chilometro dopo a fianco della strada c’è uno specchio d’acqua: è il lago artificiale creato dalla diga di L’Ospédale. Visto così, coi pini che arrivano all’acqua, il lago sembra in tutto e per tutto alpino. Pure i 20° e il venticello sgarbato aiutano a farmi provare questa sensazione.
 
Procedendo in direzione di Quenza, dove ho il pernottamento prenotato, attraverso Nonza che mi riprometto di tornare a visitare e un bellissimo bosco di pini e querce. Se non fosse per le solite rocce granitiche stondate delle montagne vicine potrei pensare di essere in Svizzera.
 
Prima di giungere a destinazione intravedo spuntare un paio di volte tra gli alberi le guglie di Bavella, la meta che ho pianificato per domani. Intanto stasera però tiro fuori la felpa.

Alta Rocca

  • La diga di L'OspedaleLa diga di L'Ospedale
  • Laghetto di tipo alpinoLaghetto di tipo alpino
  • Il fitto boscoIl fitto bosco
Scritto da Roberto Cornacchia
martedì 23 giugno 2015 | TERRITORIO







RAGGIUNGI LA CORSICA CON
VIVI LA TUA CORSICA
Scegli lo stile della tua vacanza
VISITA LE LOCALITÀ CORSE
LEGGI GLI ULTIMI POST
POWERED BY