Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.  ACCETTO

Un diario da leggere, guardare e ascoltare in tempo reale attraverso post, video e fotografie che raccontano una Corsica mai vista: un viaggio tra immagini e parole che descrivono scorci incontaminati e selvaggi, illustrano borghi caratteristici e scogliere mozzafiato, fino a svelare i segreti di spiagge candide e mari cristallini.

press-goup.it | The Digital Press Office
tourismexpertise.com - Integrated communications services in tourism market


  

Da Ajaccio a Bastia passando per Corte: un viaggio per vivere le mille sfaccettature della Corsica




Nel post di oggi ho deciso di non raccontarvi di un solo luogo o di un’esperienza che ho fatto nell’ultimo giorno di viaggio qui in Corsica, ma voglio raccontarvi, del viaggio di ritorno da Ajaccio a Bastia, poiché questo percorso che dura circa due ore e quaranta in macchina, è la sintesi perfetta della bellezza naturalista e delle mille sfaccettature di ciò che può offrire la Corsica. E io voglio raccontarvele tutte
Man mano che macinavamo chilometri il paesaggio ha iniziato a mutare, facendoci passare dalla spiaggia cristallina, alla montagna, fino a farci raggiungere il ‘Centru di Corsica’, ad un’altitudine di mille metri all’interno del Parco Naturale Regionale di Corsica. E
Chilometri su chilometri eccoci giunti nel vero cuore della Corsica, il paese di Corte che dal 1755 al 1769 ne fu anche capitale. La città alta di Corte è un vero e proprio tesoro nascosto dell’isola, poiché custodisce la suggestiva Cittadella di Corte, che ospita al suo interno il Musée de la Corse, ma soprattutto, esercita un fascino particolare grazie alla sua conformazione. La cittadella infatti appare come un ‘nido d’aquila’ che sembra appoggiato sulla roccia in procinto di cadere da un momento all’altro, regalando un impatto visivo davvero suggestivo. Non meno affascinanti sono i viottoli pavimentati con ciottoli di granito, le botteghe degli artigiani, le brasserie e le antiche dimore caratterizzate dalla scorrere del tempo, che costituiscono la città alta di Corte.
Lasciata Corte abbiamo ripreso il viaggio verso Bastia, godendoci strade meno tortuose e dislivelli molto meno pronunciati. Ed eccoci a godere dell’ennesimo cambio di paesaggio in un arco temporale davvero ridotto. Verso Bastia quello che troviamo davanti ai nostri occhi sono paesaggi sempre verdissimi, ma con pendenze più moderate, quasi collinari, una visuale spettacolare che addolcisce il pensiero del rientro a casa. Insomma, sono state due ore di viaggio che ci hanno portato dal mare alla montagna, alla collina e di nuovo al mare, il tutto in ‘un battito di ciglia’!
Questo essere così mutevole e sempre sconfinatamente bella, è senz’altro una delle caratteristiche migliori della Corsica.
Scritto da Roberta Castrichella
domenica 24 giugno 2018 | TERRITORIO







RAGGIUNGI LA CORSICA CON
VIVI LA TUA CORSICA
Scegli lo stile della tua vacanza
VISITA LE LOCALITÀ CORSE
LEGGI GLI ULTIMI POST
POWERED BY